domenica 20 maggio 2012

By Hand P/E 2012 - #2



Prosegue la rassegna sul By Hand, un appuntamento che si ripete ormai da qualche anno, in maggio e in ottobre, con le proposte più interessanti in fatto di abiti, accessori, design indipendente e rigorosamente made in Italy. L'edizione maggio 2012 si tiene al Circolo dei Lettori di Torino, dove la creatività di oggi si fonde con le decorazioni barocche delle antiche sale.


Qui vedete alcuni pezzi delle collezioni di All White, laboratorio di ceramica torinese che, come spiega il nome, produce esclusivamente oggetti bianchi. Ma se il colore è uno, le tipologie e le decorazioni sono molte: piatti, tazze, vasi, contenitori, gioielli, essenziali eleganti e tutti diversi uno dall'altro.


Thanks Dad punta sull'essenzialità con un modello di abito e un modello di borsa che però, declinati in diversi tessuti, come popeline di cotone e crepe de chine, danno rese diverse. Dalla riproduzione di una stampa foulard anni '20 ai ricami dei draghi, è tutto opera dei due designer Alessandra Damiani e Carlo De Bernardi. Un altro filone di Thanks Dad è la riproduzione di stampe di arredamento e design degli anni '50.

 

Molto belle anche le ceramiche del laboratorio Unomi - oggetti da vivere: tutti i pezzi, dagli oggetti d'uso alle collane, sono pensati, modellati e cotti artigianalmente con una particolare ricerca verso le forme pulite e le linee essenziali. In esposizione (e vendita) anche una serie limitata di vassoi con le vedute torinesi della serie "Un anno alla finestra" realizzate da Matteo Pericoli per "La Stampa".


Workshop Torino seleziona giovani designers da tutto il mondo e ne propone le creazioni nei due negozi di Torino e Londra. Abbigliamento e accessori si distinguono per essere contemporanei e originali, eleganti e diversi da quando si trova comunemente nei negozi.

 

Sara Turatello disegna le sue borse avendo ben presenti le molteplici esigenze delle donne di oggi. Le borse Les Envers sono partite dalle mitiche Les Popins, ispirate non a caso a Mary Poppins, leggere, comode, eleganti e capaci di contenere di tutto, ora il campionario di modelli si è ampliato ed è disponibile in tanti colori e materiali, tutti italiani, per mantere alta la qualità.

 

Ancora borse con Saisei, che produce capienti borse doubleface realizzate con tessuti di recupero. Lino e tessuti da arredamento nella prima foto, tessuti militari (recuperati da tende, copricannone, ecc...) nella seconda foto; in questo secondo caso il recupero è al 100% perchè sono riciclate anche le cinghie, originariamente cinghie per i muli.


Orfane30 è un negozio - atélier che propone la linea di abiti e accessori "pensiero rumoroso" disegnata dalle due proprietarie, insieme ad altri pezzi che si caratterizzino per originalità e cura nella realizzazione e nei materiali. Qui troverete pezzi unici, tirature limitate, capi personalizzabili.


Serena Poletto Ghella presenta la collezione Flamingo 2012, un passaggio "dall'inverno alla primavera, dalla morte alla gioia, da un continente all'altro, dal nero al rosa", e infatti la collezione propone una serie di capi abbinabili tra di loro, tutti giocati sulla diversa alternanza di rosa e nero. Nella prima foto vedete uno spettacolare tubino "a sorpresa": davanti rigorosissimo, dietro si apre su un pannello di seta con un fiore macro che si muove seguendo il corpo di chi lo indossa, nella seconda foto un abito nero con collo drappeggiato rosa.

 

Il By Hand non è solo moda, e infatti troviamo anche le foto di Paolo Patrito, che espone  la serie "The thin line of smoke" - viaggio fotografico attraverso quella piccola, grigia, fuori moda  nuvola di fumo, frutto di una sua ricerca sul significato del fumare oggi.


Gaia Audino, da generazioni nel mondo della moda, crea capi molto moderni, come la collezione in organza di cotone, tinta a mano con tante sfumature diverse. Diversi capi, tutti dal design molto essenziale, come le magliette che vedete qui sopra.


Alice Calamita è un brand di accessori nato nel 2010. Le borse, prodotte artigianalmente in equilibrio tra tradizione e modernità, si contraddistinguono per l'alta qualità degli accessori e dei pellami, di mano morbida e tonda, per la ricerca dei materiali e delle linee, per la cura dei dettagli e lo stile contemporaneo con un accento un po' retrò. Secondo Alice danno il loro meglio quando sono un po' vissute.


Monica Positano ha da poco lanciato la sua linea BISHH, una collezione di abbligliamento di ispirazione classica, con tagli però attuali e tante stampe tra cui scegliere.

Qui finiscono le nostre foto ma non By Hand: a questo link trovate l'elenco di tutti gli espositori e gli orari. E per chi non è riuscito a partecipare a questa edizione, l'appuntamento è a ottobre.

5 commenti:

  1. Ma quante cose interessanti! Ci passerei una settimana intera! Mi segno in agenda l'appuntamento di ottobre, chissà che riesca finalmente a vedere Torino e le sue interessantissime mostre ;)))

    www.lostinunderwear.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. A ME PIACEREBBE TANTO ESPORRE...CHISSA' FORSE UN GIORNO CI SARO' ANCHE IO .
    http://ilfruttetodelleidee.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. che meraviglia!!!!!

    http://chocolateinfashion.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Sono di Torino, a ottobre devo assolutamente vedere questa mostra/mercato...magari trovo qualcosa d'interessante per i miei set fotografici! ciao ciao

    RispondiElimina
  5. Davvero creativi!! http://femblu.blogspot.it/2012/05/paris-jadore.html

    RispondiElimina

Questo blog è copyright di Torino Style. Testi e fotografie, se non diversamente indicato, sono copyright degli autori o dei contributors.
Nessuna parte di questo sito, dei post e delle immagini può essere utilizzata o riprodotta senza consenso esplicito e comunque sempre citandone sempre la fonte.