lunedì 6 maggio 2013

La moda (o Maurizia?) nel pallone

 E' ufficiale, sono in crisi. La moda attuale priva di coraggio e direzione non mi entusiasma (cit.) e ormai sono ben tre stagioni che non vengo coinvolta da una sessione di shopping come Dio comanda, per intenderci, quelle al termine delle quali si passano ore a versare lacrime di coccodrillo sull'estratto conto della carta di credito. Se fino a qualche tempo fa l'unica possibilità che avevo di percorrere il centro senza fare danni era questa (vedi immagine)...



... ora posso scorrazzare felice per la città senza timore per il mio portafoglio: gonne e vestiti sono carini ma sempre troppo corti (non che abbia delle colonne doriche al posto delle gambe ma dopo i trent'anni il mio motto è diventato melius abundare quam deficere) e siamo sinceri, se non hai le gambe di Gisele non sarà una calza spessa o un legging a fare il miracolo. Non so, io con un paio di leggings mi sento così (vedi immagine).


Le "nuove" tendenze poi.. 




Visto che (almeno per me) la crisi modaiola va a  braccetto con quella economica, ne approfitto per inaugurare una nuova fase di austerity all'insegna del "utilizza al meglio quello che hai già" e del "chi rovista in fondo all'armadio trova un tesoro" e in attesa che le collezioni tornino ad essere elettrizzanti inauguro una fase retrò!





6 commenti:

  1. Concordo cara! Col sorriso sulle labbra per il tuo piacevole post!
    V

    RispondiElimina
  2. Concordo sul fatto che la moda in questo momento ha ben pochi guizzi di creatività! Io, però riesco ugualmente a trovare tentazioni! Post molto carino, complimenti!
    http://modeskine.bogspot.com

    RispondiElimina
  3. La tua fase retrò mi piace tantissimo. Vedrai quante alternative troverai alla fast fashion:) Buona nuova fase allora :)

    RispondiElimina
  4. In effetti l'unico brivido che ricordo è stata la collezione di Miu Miu di due anni fa, righe, mix di fantasie, ora non saprei, in effetti mi sfugge il tormentone, quello che sarà "il ceruleo" dell'anno (per citare il diavolo veste Prada come fai tu...). Io persevero con i miei capi di tre anni fa, il vintage lo detesto perchè è troppo di moda, cerco di essere allora !fuori moda". Ciao
    Monica

    RispondiElimina

Questo blog è copyright di Torino Style. Testi e fotografie, se non diversamente indicato, sono copyright degli autori o dei contributors.
Nessuna parte di questo sito, dei post e delle immagini può essere utilizzata o riprodotta senza consenso esplicito e comunque sempre citandone sempre la fonte.